+39 06 768613 | +39 366 6160638
Quando:
4 Marzo 2022@19:30–21:00
2022-03-04T19:30:00+01:00
2022-03-04T21:00:00+01:00
Costo:
15,00 €
Contatto:
Numeri Aurei e Potenze        

Secondo il divino Pitagora, la Divinità è nascosta nel numero! Il numero è l’ordine nel cosmo, che, grazie ad esso, si sottrae al caos e al disordine.

Le risposte alle eterne domande dell’uomo, diceva il filosofo, stanno nella Matematica. Che dunque è Scienza Sacra.

Ma come sono nati i Numeri?
E qual è l’etimologia della parola numero?
Pur esistendo varie scuole di pensiero, c’è una generale unanimità. Si afferma, ad esempio, che la parola deriverebbe da un’antica radice indoeuropea, che si ritrova nel sanscrito namati, che significa colui che regola, che conta ed anche nell’antico verbo greco νεμω (némo), che significava distribuisco, regolo, governo o anche νομος (nòmos) ovvero legge, disposizione, suffisso che ritroviamo in tante parole moderne come metronomo, agronomo, eccetera.
Secondo Platone ed Eschilo i numeri furono, insieme alle lettere dell’alfabeto, un gentile regalo degli Dei.
Insomma, secondo loro, i numeri sono scesi dal cielo!
E secondo i Romani?
Secondo loro le lettere dell’alfabeto furono un dono divino e attribuirono questo dono alla dea Carmenta… Ma i numeri?
 
Non furono anche i numeri un regalo divino?
Certo, basta analizzare la parola Nume-rus, dove quel “Nume” dista di un niente da Numen! Dunque, anche per loro i Numeri sono divini, se non addirittura delle Divinità!
Un numero aureo nasconde la natura del movimento dell’energia.